Tu sei qui

attività sezione infanzia 2019_English in motion_cornaro2

PROGETTO DI PLESSO "ENGLISH IN MOTION"


LE ATTIVITÀ - L'ESPERIENZA DEI BAMBINI


 a cura delle insegnanti: Mariangela Cavasino, Barbara Vianello, Anna Paladini, Barbara Massaria

gruppo bambini di tre anni: imitiamo le andature degli animali

Per questa attività (svolta in lingua inglese) l’esperta si è avvalsa della musica, del movimento e dell’approccio giocoso come mezzi ideali per un apprendimento naturale. In questo caso il tema affrontato è stato quello degli animali. I bambini di tre anni sono stati invitati ad assumere, via via, le pose e le movenze di vari animali, intervallando movimento o stasi al segnale dato dal suono di un tamburello. L’attività proposta, dunque, è stata un’ottima occasione per i bambini per affinare le proprie capacità motorie e coordinative nonché per familiarizzare con una lingua che non è la propria.

gruppo bambini di 4 anni: gioco a coppie con le cannuccce

Per questa attività (svolta anche in questo caso in lingua inglese) ai bambini di quattro anni, divisi in coppie, l’esperta ha consegnato una cannuccia che devono tenere sospesa con una parte del loro corpo (spalla-spalla, mano-mano, …..) il tutto mentre si muovono a suon di musica, coordinando i loro movimenti e facendo affidamento l’uno sull’altro per non far cadere la cannuccia. Oltre a giocare in modo costruttivo, collaborativo e creativo con gli altri, ogni bambino è portato a familiarizzare con la lingua inglese (il nostro corpo e le sue parti, in questo caso), con il movimento e con lo spazio individuale e collettivo.

gruppo bambini di cinque anni: guizzino

In questa altra attività, l’esperta ha proposto ai bambini di cinque anni la drammatizzazione della storia, dopo averla letta in inglese (con ripetizione di vocaboli ed associazione di parole a gesti, per facilitarne la comprensione) di Guizzino: un pesciolino nero che vive tutto solo tra tanti pesci rossi terrorizzati da grossi tonni. Il piccolo Guizzino propone ai suoi nuovi amici di nuotare, vicini vicini, fino a formare la sagoma “del più grande pesce del mare” per allontanare i tonni, sempre a caccia dei piccoli pesci, neri o rossi che siano. I bambini sono stati invitati a “trasformarsi” in tanti pesciolini che si muovono all’unisono, tutti vicini fino a formare, appunto, la sagoma “del più grande pesce del mare”.

                         

 

Sito realizzato nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.67 del 08/05/2019 agg.09/05/2019